La storia di Gelato IGP inizia nel 2006, nel cuore di Bra, in provincia di Cuneo, alle porte del Roero, rinomata soprattutto, per il buon cibo, per essere la casa del movimento “Slow food”, dell’Università di Scienze Gastronomiche e la sede di importanti kermesse enogastronomiche internazionali, come Cheese. La gelateria, a conduzione familiare, è specializzata nel gelato naturale, ottenuto principalmente da materie prime di primo perimetro ed italiane, senza l’utilizzo di semilavorati industriali. “Nelle ricette – spiegano i titolari – sono banditi preparati e buste pronte, non usiamo né additivi chimici né aromi di sintesi e coloranti. Il nostro gelato rispecchia il sapore della materia prima e viene prodotto seguendo la stagionalità della frutta”. Insomma: latte fresco piemontese, zucchero, panna
freschissima, baccelli di vaniglia, frutta fresca di stagione, Marsala, menta bianca di Pancalieri, nocciole Piemonte, pistacchi siciliani e altre eccellenze del territorio italiano sono alcuni degli ingredienti di prima scelta che si possono trovare nei buonissimi gelati di IGP. Per garantire un’elevata qualità vengono preparati al massimo 20 gusti tra gelati e granite di frutta. Molto apprezzati, anche, i sorbetti alla frutta fresca di stagione, preparati con materie prime a chilometro zero. Anzi… più che zero! Grazie al frutteto di famiglia la gelateria può contare su ciliegie, albicocche, pesche, lamponi, susine e fichi. Non solo frutta, però. Buonissimi anche i gelati alle creme, come la Nocciola Piemonte I.G.P. ed il cioccolato extra-fondente dell’Ecuador e del Perù, oppure i gusti più particolari e saporiti come la cannella e zenzero o la liquirizia calabrese. Tanta bontà, ma anche molta attenzione all’ambiente e alla sostenibilità: il packaging (con smaltimento
rigorosamente differenziato) è realizzato prevalentemente con materiali compostabili.